Chi ha inventato l’orologio da polso?

Non vi siete mai chiesti chi ha inventato l’orologio da polso come lo conosciamo noi oggi?

In molti penseranno che la prima persona ad inventare gli orologi da polso sia stata Louis Cartier. In realtà la prima realizzazione di un orologio da polso appartiene a Patek Philippe. L”invenzione del primo orologio da polso risale al 1868 poichè fu inventato per la contessa ungherese Koscowicz, quindi l’orologio da polso inizialmente fu ideato per il genere femminile. Per quanto riguarda il genere maschile invece bisogna ringraziare Louis Cartier, il quale inventò un orologio da polso per il suo amico Alberto Santos-Dumont poichè chiese a Cartier appunto di poter guardare l’ora in modo più pratico. Essendo a bordo del suo aereo e trovando scomodo l’orologio da taschino. Da allora gli orologi da polso iniziarono ad essere commercializzati anche per l’uomo, divenendo importanti soprattutto durante la guerra per permettere ai soldati di essere sincronizzati con l’artiglieria e la fanteria.

Molte case orologiere sperimentarono addirittura diversi modelli proprio a causa della guerra, basti pensare a Girard Perregaux, la quale invento le grate sugli orologi proprio per essere riparati durante gli attacchi.

Altri sistemi di protezione famosi sono ad esempio Jaeger Lecoultre, famosa per il suo modello “reverso”, progettato per resistere ai duri colpi durante le partite di polo degli ufficiali dell’esercito britannico in India. Il quadrante rettangolare si nasconde abilmente capovolgendo la cassa, per rivelare il retro dell’orologio che ne protegge completamente il quadrante da eventuali colpi. 

Torna alla home per leggere nuovi articoli!